😍 CORSO GRATUITO GENITORI NON SI NASCE: SCOPRI DI PIÙ

La Fashion Therapy: Quando la moda diventa terapia

La Fashion Therapy: Quando la moda diventa terapia

I vestiti che indossiamo non hanno la sola funzione primaria di difenderci dalle basse o alte temperature e la loro funzione non è neanche, solamente, quella di renderci più attraenti. Una cosa è, però, certa: essi sono una delle più immediate forme di comunicazione non verbale. Esistono, infatti, molteplici studi scientifici che testimoniano la relazione tra abbigliamento e psiche.

Ciò vuol dire che il modo in cui, una data mattina, scegliamo cosa indossare può influenzare i nostri pensieri, i nostri comportamenti, le nostre prestazioni lavorative e non. Inoltre, il nostro modo di vestire può predire, come gli altri ci percepiranno e di conseguenza ci tratteranno.

Vestiti e performance lavorative

A molti di noi è capitato di vestirci in base ad un particolare evento. Se dovessimo avere un colloquio di lavoro in una grande azienda appare chiaro che la nostra scelta possa ricadere in un pantalone classico o in una camicia poco appariscente. Questo abbigliamento può dare a noi la giusta dose di eleganze e fiducia e agli altri la percezione di essere persone per bene, di cui fidarsi.

Lo stesso vale per gli accessori o per i dettagli in generale. Uno studio della professoressa Karen Pine ha dimostrato come indossare un particolare capo di abbigliamento possa trasferire in chi lo indossa le sue peculiari caratteristiche, stimolando il cervello a comportarsi in modo coerente con l’outfit scelto.

Lo studio ha visto un gruppo di studenti universitari indossare una maglietta di Superman ed eseguire poi delle prove mentali. A quanto pare quella “semplice” maglietta ha trasferito, in chi l’ha indossata, caratteristiche di fiducia, coraggio, forza e senso di superiorità. Le persone con quella t-shirt hanno dimostrato di avere un punteggio più alto nelle prove eseguite, rispetto ad un altro gruppo di soggetti privi di quella particolare maglietta.


L’importanza dell’autostima e della fiducia in se stessi per il benessere e la crescita personale dell’individuo è approfondita nel corso online Autostima e consapevolezza di sé: credere in se stessi.


Alla scoperta della fashion therapy

La “fashion therapy” si fonda sul concetto chiave che tutto quello che indossi può influire sulle tue scelte e sugli obiettivi che ti prefiggi. Quello che la Fashion therapy stabilisce di fare è rafforzare il concetto di identità e autostima andando a definire il se reale, il se ideale e il se imperativo. In poche parole: quello che sei, quello che vorresti essere e il modo in cui vorresti apparire per piacere agli altri.

Cosa fare?

Il primo step sarà quello di aprire l’armadio, accantonando tutti quei vestiti che creano angoscia e ansia. La prima cosa da fare sarà quella di eliminare tutti quegli indumenti che non abbiamo mai messo perché ci vanno stretti o perché sono stati costretti ad essere acquistati senza alcuna convinzione. Proviamo a tenere nell’armadio solo gli indumenti che rispecchiano la nostra condizione attuale o meglio quella che desideriamo avere.

Il secondo step sarà quello di scrivere su di un foglio bianco la persona che vorremmo essere. Una madre amorevole? Una persona solare ed energica? Una lavoratrice elegante? Scegli più di una categoria.

L’ultimo step sarà quello di dividere il nostro armadio in più settori che corrisponderanno alla descrizione fatta di noi stessi. Proviamo ad acquistare, quindi, nuovi capi che ci andranno a rispecchiare, scegliendo nuovi colori e modelli.

Questo lavoro potrebbe aiutare non solo a definire la nostra personalità ma soprattutto influenzerà il nostro umore e il modo in cui affronteremo la nostra giornata. Per cominciare, devi solo aprire il tuo armadio e scegliere con consapevolezza cosa indossare, in base alle tue emozioni ma soprattutto in base alle persone che sei e che vorresti essere.