🍟 AFFRONTARE L'OBESITÀ: MOLTE PROMO, INCONTRI E RISORSE GRATUITE >>> SCOPRI LE PROMO

Borse di studio INPS 2023: opportunità per corsi di lingue in Italia

Borse di studio INPS 2023: opportunità per corsi di lingue in Italia

L’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS) ha lanciato il Bando 2023 per l’assegnazione di 1600 borse di studio da 800 euro ciascuna, destinate a studenti che desiderano frequentare corsi di lingue in Italia.

Questo concorso mira a sostenere finanziariamente 6100 studenti che si impegnano in percorsi di preparazione per ottenere certificazioni linguistiche di livello A2, B1, B2, C1, C2, secondo il Quadro Europeo di Riferimento per le Lingue (CEFR). Di seguito, forniamo dettagli sulle caratteristiche del bando e le istruzioni per partecipare.

Condizioni e beneficiari

Il bando è aperto agli studenti che hanno frequentato gli ultimi due anni della scuola primaria o la scuola secondaria di primo e secondo grado nell’anno scolastico 2022/2023, purché non superino i 23 anni di età. I beneficiari devono essere figli, orfani o equiparati di dipendenti e pensionati della Pubblica Amministrazione iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, nonché pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici. È importante notare che gli studenti che già beneficiano di altre provvidenze analoghe per l’anno scolastico 2023/2024 non sono ammessi al concorso.

Caratteristiche dei corsi

I corsi di lingue devono essere extracurriculari, svolti in Italia al di fuori dell’orario scolastico, e finalizzati a ottenere la certificazione del livello di conoscenza della lingua previsto dal CEFR. La durata dei corsi deve essere compresa tra 4 e 9 mesi, con un impegno minimo di 60 ore di lezione obbligatoria. I corsi possono essere erogati sia in presenza che online, con possibilità di adattamento alle emergenze sanitarie nazionali dichiarate dal Governo.

Importo delle borse di studio

Le borse di studio offerte dall’INPS prevedono una parziale copertura delle spese per i corsi preparatori agli esami di certificazione linguistica, con un importo massimo di 800 euro. Le 6100 borse di studio saranno suddivise tra gli studenti delle scuole primarie e secondarie in base alle seguenti fasce:

  • Fino a 600 borse per studenti delle classi quarta e quinta della scuola primaria.
  • Fino a 2000 borse per studenti della scuola secondaria di primo grado (ex scuole medie).
  • Fino a 3500 borse per studenti delle scuole secondarie di secondo grado (scuole superiori).

Presentazione delle domande

Le domande devono essere inviate tramite il sito web dell’INPS dal 20 luglio 2023 al 1 settembre 2023. Prima di presentare la domanda, il richiedente deve essere iscritto nella banca dati dell’INPS e deve disporre dell’Attestazione ISEE. La procedura di presentazione online è dettagliatamente descritta sul sito, richiedendo l’inserimento del codice fiscale e dei dati di autenticazione SPID, CIE, CNS.

Graduatorie e procedure successive

Entro il 28 settembre 2023, l’INPS pubblicherà tre graduatorie degli ammessi con riserva, suddivise per scuola primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado.

La selezione sarà basata sulla media matematica dei voti ottenuti nel 2022/2023 e sull’indicatore ISEE del nucleo familiare. I documenti di supporto, tra cui l’iscrizione al corso e la fattura di pagamento, dovranno essere presentati entro il 16 ottobre 2023.

Per ulteriori informazioni e per accedere al bando completo, si consiglia di visitare il sito ufficiale dell’INPS nella sezione dedicata al concorso “Corso di Lingue in Italia 2023“.

Leggi anche:

Bonus studenti Erasmus 2024: incentivi, contributi e borse di studio

Bonus Università 2024: guida completa, requisiti e procedura di richiesta