🍟 AFFRONTARE L'OBESITÀ: MOLTE PROMO, INCONTRI E RISORSE GRATUITE >>> SCOPRI LE PROMO

Bonus 2 mila euro per dipendenti con figli a carico: guida completa

Bonus 2 mila euro per dipendenti con figli a carico: guida completa

Con l’approvazione della Legge di Bilancio 2024, è stato introdotto un bonus di 2 mila euro destinato ai dipendenti con figli a carico. Questa misura, sotto forma di fringe benefit, rappresenta un sostegno alle famiglie, mitigando l’impatto dell’inflazione sui redditi. Vediamo nel dettaglio come funziona questo bonus e come i dipendenti possono beneficiarne nel corso del 2024.

Cos’è il bonus di 2 mila euro per dipendenti con figli

Il bonus di 2 mila euro è un vantaggio concesso ai lavoratori sotto forma di fringe benefit, ovvero un beneficio di tipo non monetario. Questo significa che il bonus non viene erogato direttamente in denaro aggiuntivo allo stipendio, ma piuttosto attraverso la fornitura di beni e servizi esenti da imposte. Tale approccio mira a sostenere le famiglie, fornendo loro un aiuto concreto.

Fringe benefit: definizione e esempi

Il fringe benefit rappresenta una forma di retribuzione non monetaria per i dipendenti. Questi benefici, noti anche come “compensi in natura”, non sono considerati reddito imponibile e sono esenti da contribuzioni. Alcuni esempi di fringe benefit includono buoni pasto, auto aziendali, telefoni aziendali, prestiti agevolati, borse di studio e corsi di formazione.

Nel 2023, il limite esentasse dei fringe benefit era di 3 mila euro per i dipendenti con figli. Tuttavia, con l’entrata in vigore della Legge di Bilancio 2024, tale limite è stato ridotto a 2 mila euro a partire dal 1° gennaio 2024. Per i dipendenti senza figli, il limite rimane a 1.000 euro nel 2024.

Chi può beneficiare del bonus

Secondo le disposizioni della Legge di Bilancio 2024, il bonus di 2 mila euro è destinato a tutti i dipendenti del settore privato che abbiano almeno un figlio, indipendentemente dallo stato civile dei genitori (matrimonio, convivenza, ecc.). Sono inclusi anche i collaboratori CO.CO.CO, i lavoratori autonomi occasionali e altri percettori di redditi assimilati a quelli da lavoro dipendente.

È importante notare che gli statali, cioè i dipendenti pubblici, sono esclusi dall’applicazione di questa misura.

Requisiti e dettagli importanti

La Legge di Bilancio 2024 stabilisce che:

  • L’agevolazione si applica integralmente a ogni genitore con almeno un figlio fiscalmente a carico.
  • Entrambi i genitori possono usufruire del bonus anche se decidono di attribuire la detrazione per figli a carico a uno solo di loro, purché sia il genitore con il reddito più elevato.
  • I figli considerati a carico del Fisco devono avere un reddito non superiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Come funziona il bonus di 2.000 euro per dipendenti con figli

Il bonus di 2 mila euro per dipendenti con figli funziona come un compenso erogato insieme alla retribuzione mensile, ma sotto forma di beni e servizi anziché denaro. Questi benefici non concorrono a formare il reddito del dipendente, purché il valore complessivo non superi i 2 mila euro.

Inoltre, il bonus si estende ai rimborsi per il pagamento delle utenze domestiche del servizio idrico integrato, dell’energia elettrica e del gas naturale. Questo si affianca ad altre iniziative, come i bonus bollette famiglie e imprese.

È fondamentale sottolineare che l’erogazione dei fringe benefit rimane a discrezione delle aziende, che possono decidere se adottare o meno questa forma di retribuzione aggiuntiva.

Come richiedere il bonus

Per accedere al bonus, il dipendente deve dichiarare al datore di lavoro di avere diritto a questo beneficio, indicando il codice fiscale del figlio o dei figli fiscalmente a carico. Non esiste una forma specifica per questa dichiarazione, e le modalità possono essere concordate tra le parti interessate.

È importante comunicare tempestivamente al datore di lavoro eventuali cambiamenti nella situazione familiare che potrebbero influenzare l’assegnazione

 del bonus. In caso di variazioni, il datore di lavoro recupererà il beneficio non spettante nei periodi di paga successivi.

La Legge di Bilancio 2024 ha alzato il tetto esentasse dei fringe benefit per tutti i lavoratori, anche quelli senza figli, a 1.000 euro. Fino al 31 dicembre 2023, il limite per i lavoratori senza figli era rimasto a 258,23 euro.

Il bonus di 2 mila euro per dipendenti con figli rappresenta un importante sostegno per le famiglie, offrendo benefici tangibili attraverso la fornitura di beni e servizi. È essenziale che i dipendenti siano consapevoli dei requisiti e delle procedure per richiedere questo bonus, collaborando con i datori di lavoro per garantirne una corretta assegnazione.

Con l’entrata in vigore della Legge di Bilancio 2024, queste misure possono contribuire a migliorare la qualità della vita dei dipendenti e delle loro famiglie.

Leggi anche:

Il bonus lavoratori dipendenti 2024: come funziona e a chi spetta

Il nuovo bonus per i lavoratori dipendenti con figli a carico: fino a 3.000 euro