😍 CORSO GRATUITO GENITORI NON SI NASCE: SCOPRI DI PIÙ

Perché i film di Natale ci fanno stare bene?

Perché i film di Natale ci fanno stare bene?

Che si parli di  grandi classici o i film di Natale più ironici e dissacranti, non importa, i film di Natale in ogni caso ci fanno stare bene.

Ma perché li amiamo cosi tanto?.

Perché possono risvegliare emozioni e vecchi ricordi, stimolando associazioni sentimentali e malinconiche legate al passato. 

I film di Natale come tradizione

Il Natale è una delle festività più celebrate al mondo e la maggior parte delle persone pensa a questa festività come un occasione gioiosa da passare con amici e persone care, guardare questi film da soli o in compagnia contribuisce a farci sentire meglio perché è un modo per creare ricordi condivisi, amplificando le emozioni positive e rafforzando i legami.

Guardare un vecchio film è come ricordare pezzi di canzoni. Lo conosci a memoria, lo adori e continui a cercare di prevedere cosa dirà un personaggio e quale scena verrà dopo, questo ti fara sentire come una regina o un re dei film natalizi. Guardare gli stessi film non solo stimola il tuo cervello, ma miglora anche la tua memoria

I film natalizi: miglior rimedio contro lo stress

Dunque il miglior rimedio contro lo stress! Se ti senti giù, guardare un film di Natale è sempre una buona idea in quanto non solo ti ricorda la tua festività preferita, ma sono anche di natura terapeutica, infatti possono essere pieni di vibrazioni  positive che ti tolgono le preoccupazioni. 

Insomma, in un modo o nell’altro i film di Natale ci fanno sentire bene: più rilassati, momentaneamente sintonizzati su emozioni dolci e amorevoli, o semplicemente meno soli.

Film di Natale: il mondo come lo vogliamo

L’antropologo Bobby Alexander spiega in che modo i film natalizi sono dei veri e propri “rituali” che avvicinano la nostra vita quotidiana a qualcosa di superiore, di trascendentale. Nel caso dei film di Natale ci riferiamo a qualcosa di molto più umano: lo stare insieme, la solidarietà, la riscoperta dei valori.

Detto in modo più semplice, in queste pellicole vediamo il mondo cosi come lo desideriamo, in ogni film c’è sempre una situazione critica che poi si scioglie nel finale.

Una Poltrona per due

Anche quest’anno, come tutte le vigilie di Natale che si rispettino, il 24 dicembre 2022 sarà sulle nostri reti televisve un classico “Una Poltrona per due”. 

Il film parla delle vite di un broker e di un mendicante vengono stravolte a causa di una scommessa di due ricchi annoiati. La scommessa prevede che, entrambi i malcapitati inconsapevoli, uno dei due prenda il posto dell’altro. Una volta scoperto il crudele gioco, però, i due si organizzano per far pagare il dovuto ai due scommettitori.

Questo classico della commedia americana è ormai diventato per molti di noi una tradizione talmente nota che è diventata ormai un tormentone. I motivi nel guardare nuovamente questo film di Natale, sono da ricercare nella sua sequenza si filmati che accompagnano le nostre portate a tavola, intervalli tra una battuta sarcastica dello zio di turno e un brindisi in attesa della mezzanotte. 

Nonostante la maggioranza delle persone abbia già visto tali pellicole, e dunque ne conosca già la trama, non dubita a guardarle nuovamente.

Dunque gli anni passano, cambiano tempi, gusti, sensibilità e tecnologie, tuttavia i film di Natale resistono e anzi prosperano: sia i classici e sia i buoni film natalizi, per qualcuno un’abitudine natalizia tanto quanto l’albero. 

Anche se spesso le trame possono essere prevedibili e scontate, anch’esse fanno parte del gioco perché il nostro cervello trova conforto negli schemi. 

In breve, il lieto fine prevedibile in realtà è proprio ciò di cui abbiamo bisogno.