😍 CORSO GRATUITO GENITORI NON SI NASCE: SCOPRI DI PIÙ

La Giornata Nazionale delle Persone con sindrome di Down fa spazio all’amore

La Giornata Nazionale delle Persone con sindrome di Down fa spazio all’amore

Per quest’anno, la CoorDown ha pensato di tornare a festeggiare il 9 ottobre, la Giornata Nazionale delle Persone con sindrome di Down, portando in 200 piazze italiane il diritto di tutti ad avere una relazione sentimentale e una vita sessuale.

L’amore ha bisogno di spazio

E’ il titolo della campagna mondiale di sensibilizzazione che si fa anche raccolta fondi, per diffondere percorsi educativi condivisi di accompagnamento alle relazioni e alla sessualità. Sistemi che supportino i giovani adulti con sindrome di Down, le loro famiglie e gli operatori del settore, fra cui psicologi ed insegnanti.

Nel corso dei suoi anni di attività, il Comitato di Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con sindrome di Down ha raccolto numerose testimonianze sul bisogno di vivere appieno i rapporti affettivi, da parte delle giovani coppie con disabilità intellettiva. E per sconfiggerne il tabù ha realizzato un video molto interessante ed ironico.


Per approfondire il concetto di “salute”, “malattia” e “disabilità” consigliamo alcuni corsi online disponibili sulla piattaforma igeacps.it. In particolare il seminario gratuito online Disabilità – dal modello Biomedico al modello Biopsicosociale.


Just The Two Of Us: dedica alle persone con sindrome di Down

Lo spot racconta la storia di Davide e Martina, due giovani innamorati come tanti che oltre alle difficoltà di tutti i giorni, devono affrontare anche quelle legate alla loro disabilità. In particolare lo scarso spazio e tempo che riescono a dedicare alla loro vita intima, a ragione della presenza costante delle rispettive famiglie.

Le persone con sindrome di Down chiedono di poter vivere la propria storia d’amore come tutte le altre coppie: uscire, andare in vacanza, dormire insieme, sperimentare il rapporto sessuale, fino al desiderio di convivenza e matrimonio. Trovare in definitiva un equilibrio che possa includere sia l’aiuto parentale che il legittimo bisogno d’intimità.

Un messaggio di cioccolato: rigorosamente equo e solidale

Saranno i volontari della CoorDown ODV e delle associazioni aderenti a distribuirlo, nel weekend del 9 ottobre, e non saranno soli. Centinaia di persone con sindrome di Down saranno nelle piazze di tutta Italia, insieme ai propri genitori, fratelli, sorelle e amici, per incontrare e spiegare ai partecipanti come verranno investiti i fondi raccolti.

Quindi abbasso le paure, gli stereotipi e i preconcetti. E’ indispensabile un cambiamento culturale per garantire la comprensione dei propri diritti, dei concetti di “consenso” e “sesso sicuro”, proteggendosi da eventuali abusi.

Il punto di vista delle persone con sindrome di Down

E’ schietto Davide Tirolese:

Per me l’amore è dedicare il proprio tempo e la vita per la donna che si ama. Per la mia vita di coppia desidero solo convivere insieme, tutto il resto viene da sè. Gli ostacoli che ho trovato non sono stati pochi ma tanti, certe mamme che non volevano un amore vero e parlano solo di amicizia, in questo modo ci bloccano il nostro viversi, in più si è messo anche il Covid che non ha facilitato le cose

La sua fidanzata Martina Scarmozzino gli fa eco:

Il mio desiderio è restare con lui per tutta la mia vita, andare fuori con lui, dormire da lui… Ho avuto difficoltà, ho sofferto tantissimo prima di conquistarlo, che non mi lasciano andare da lui , non poter fare l’amore con lui…fare le vacanze con lui

C’è ancora molta strada da fare

Afferma intanto la Presidentessa di CoorDown, Antonella Falugiani, che oggi insieme ai suoi collaboratori rappresenta l’istituzione ufficiale di confronto per ciò che concerne le questioni e i diritti delle persone con disabilità intellettiva.

Leggi anche: 21 Marzo: Giornata Mondiale della Sindrome di Down – inclusione e uguaglianza