😍 CORSO GRATUITO GENITORI NON SI NASCE: SCOPRI DI PIÙ

Mind Us Together “MinUTo”: un’app per una genitorialità consapevole

Mind Us Together “MinUTo”: un’app per una genitorialità consapevole

Essere genitori è il mestiere più difficile del mondo. Non esiste un manuale per essere perfetto; solo con l’esperienza e la crescita personale insieme al proprio figlio, imparando a riconoscere le sue attitudini e il suo carattere, rispettandone i limiti e i tempi si impara ad essere genitore. Esiste, però, un progetto che cerca di seguire passo dopo passo la crescita del genitore insieme al figlio, per un arco temporale di alcuni mesi: Mind Us Together (in breve: “MinUTo”).

Come nasce Mind Us Together

Questo è un progetto ideato da un gruppo di ricercatrici e ricercatori del dipartimento di Scienze Economiche e del dipartimento di Psicologia dell’Università di Bologna.

MinUTo è un percorso guidato che accompagna i genitori dei bambini di 4 o 5 anni, con lo scopo di renderli consapevoli del loro ruolo genitoriale in maniera condivisa e farli riflettere sulla relazione che si viene ad instaurare con il proprio figlio.

Il progetto si articola in 10 settimane, durante le quasi vengono proposte 5 esperienze volte ad aiutare il genitore attraverso la presa di coscienza su alcuni temi come: l’ascolto, l’accettazione non giudicante, la consapevolezza emotiva.


L’importanza del ruolo genitoriale e le sfide che i genitori si trovano ad affrontare giorno dopo giorno nella crescita dei loro figli sono al centro di numerosi corsi online disponibili sulla piattaforma igeacps.it. Suggeriamo, in particolare, il seminario gratuito online Genitori non si nasce, il corso online La relazione Genitori-Figli – Quale stile educativo? e i corsi online sulla Maternità e la Paternità consapevole.


Come partecipare al progetto di ricerca

Per partecipare al progetto del tutto in maniera gratuita, bisogna aderire entro il 15 novembre 2022 iscrivendosi tramite la piattaforma del progetto. Nel momento della partecipazione si riceverà una app dove si potranno compilare alcuni questionari iniziali, che hanno una durata di 60 minuti.

I temi trattati saranno: le competenze, lo stress, le credenze, la genitorialità consapevole e l’uso del tempo.

Questi primi test potranno essere svolti tra il 5 e il 22 dicembre, dopodiché ci sarà un’estrazione casuale e i genitori saranno divisi in due gruppi:

  • Gruppo “app”, che comprende le attività della app da svolgere con il proprio figlio,
  • Gruppo “controllo”, in cui non sono previste attività.

I contenuti dell’app saranno disponibili da febbraio a maggio 2023.

La compilazione dei questionari è divisa in periodi ed argomenti:

  •  per l’argomento “competenza e credenze genitoriali” i test saranno erogati dal 5 dicembre al 22 dicembre (prima della pubblicazione dei contenuti dell’app, quindi);
  • per “genitorialità consapevole”, invece, si svolgeranno tra febbraio e maggio 2023.

Al termine di questi tre mesi i genitori dovranno ricompilare i questionari nel periodo che va tra maggio e giugno 2023. Al termine della ricerca, anche i genitori appartenenti al gruppo di controllo potranno usufruire dell’app gratuitamente.

Per ogni bambino nato nel 2017 o 2018 potrà partecipare solo un genitore, madre o padre. In una classe in cui ci saranno almeno 5 genitori partecipanti al progetto, se la scuola dell’infanzia appartiene agli istituti convenzionati, potrà usufruire di un rimborso che, indicativamente, può raggiungere la somma di €1000.

Si segnala che questo studio è rivolto solo ai genitori. Fino all’anno scorso, per dare un ulteriore valore della ricerca, agli insegnanti era data la possibilità di accedere all’app, ma ora non è più possibile. Tuttavia, gli insegnanti, i pedagogisti, gli educatori e i dirigenti scolastici che desiderino avere maggiori informazioni sul progetto possono iscriversi alla mailing list del sito.

Perché partecipare a Mind Us Together?

I motivi per partecipare a questo progetto sono molti e molto validi.

Innanzitutto, aiuta a riflettere sul ruolo di genitore. Aiuta a scoprire quanto tempo si trascorre con il proprio bambino e si imparano a conciliare i propri spazi con l’organizzazione della vita familiare. Aiuta a riconoscere le emozioni del proprio bambino e a saper gestirle.

Inoltre, l’app Minuto e i questionari sono formulati in tre lingue (italiano, francese, inglese), un fattore questo molto importante, perché si dà modo anche ai genitori stranieri di poter partecipare. Si dimostra in questo progetto cosa sia l’inclusività e l’appartenenza ad una comunità.

Infine, è completamente gratuito e consente alle scuole d’infanzia convenzionate di ottenere un rimborso spese per l’acquisto di giochi, libri e materiale didattico (fino a 1000€), in base al il numero di genitori che aderiscono al progetto dall’inizio alla fine.