😍 CORSO GRATUITO GENITORI NON SI NASCE: SCOPRI DI PIÙ

Migliorare le possibilità di lavoro: il programma politico di Fratelli d’Italia

Migliorare le possibilità di lavoro: il programma politico di Fratelli d’Italia

Le elezioni politiche del 25 settembre 2022 hanno visto come partito più votato Fratelli d’Italia (26% dei voti), con il suo “programma per risollevare l’Italia“.

Lavoro e imprenditoria: le proposte di Fratelli d’Italia

Sul tema del lavoro, il programma di Fratelli d’Italia è incentrato sulla valorizzazione dell’imprenditoria.

“Per noi chi fa impresa e crea ricchezza è una risorsa da valorizzare non un nemico da combattere con burocrazia e pressione fiscale. Per noi il lavoro esprime la dignità del cittadino ed è un valore da proteggere non una concessione dello Stato”. 

Nel vasto programma si evidenzia il concetto che, per sostenere il sistema imprenditoriale italiano, sia necessario appoggiare le imprese che creano posti di lavoro e che danno una speranza di uno stipendio fisso ai lavoratori. Tra gli obiettivi che si propone il primo partito d’Italia figurano, quindi:

  • sostenere e incentivare la rilocalizzazione delle aziende in Italia e contrastare la delocalizzazione nei paradisi fiscali europei;
  • favorire la continuità di impresa attraverso la diminuzione delle tasse e gli incentivi statali che agevolano il reclutamento di nuovo personale;
  • aiutare le imprese che decidono di quotarsi in borsa, semplificando l’accesso al mercato con i dovuti adempimenti.

Inoltre, per i giovani under 30 che decidono di intraprendere un’attività imprenditoriale, il programma prevede importanti agevolazioni: l’azzeramento delle tasse per i primi tre anni di attività e una consulenza gratuita per le startup giovanili. L’obiettivo è quello di dare modo ai giovani di studiare e coltivare i propri talenti e permettere loro di rimanere in Italia. Aiutandoli a crescere e a lavorare, infatti, si aiuta l’Italia a produrre e a credere in un futuro migliore.

“L’amore del mondo per l’Italia si chiama made in Italy, un marchio, uno stile, un’opportunità economica e diplomatica per la nostra nazione, troppo spesso trascurati. Riconoscere l’importanza strategica delle nostre eccellenze significa anche promuovere il ruolo di Ambasciatore dell’Italia nel mondo dei nostri connazionali che vivono all’estero.” 

La valorizzazione del Made in Italy

Il programma prevede anche l’istituzione di un liceo che promuova attivamente il “made in Italy”, così da dare prestigio e qualità al contesto culturale e lavorativo del ‘marchio Italia’ attraverso la formazione dei giovani con tirocini e possibilità di viaggi culturali all’estero (anche con l’ausilio dei nostri rappresentanti diplomatici).

Inoltre, si propone di favorire il made in Italy creando una piattaforma online, dove pubblicizzare tutti i prodotti certificati italiani, e promuovere all’estero le imprese italiane attraverso il potenziamento dell’agenzia ICE, delle ambasciate, degli uffici commerciali, delle camere di commercio, per agevolare le imprese italiane nel trovare nuovi obiettivi a livello internazionale per la promozione del made in Italy.

La valorizzazione del made in Italy, d’altronde, è un tema centrale tra le priorità del governo italiano già da tempo. Lo scorso anno, infatti, è stato lanciato (proprio dall’ICE) un importante progetto di Nation Branding su scala globale: la campagna di comunicazione internazionale Italy is simply extraordinary: Be IT.

Grande importanza è data anche alla lingua e alla cultura italiana all’estero: il programma prevede, infatti, di coinvolgere anche le comunità degli italiani residenti all’estero per la promozione del made in Italy, attraverso contributi e incentivi.

Lavoro e futuro: le prospettive di Fratelli d’Italia

Per potenziare il servizio di riqualificazione dei disoccupati, il primo partito d’Italia prevede interventi mirati per la formazione e l’organizzazione del sistema dei servizi per l’impiego (sia pubblici che privati), oltre a contributi economici.

Uno dei “cavalli di battaglia” di Fratelli d’Italia durante la campagna elettorale è stato, anche, quello relativo alla riduzione delle tasse sul lavoro: tagli sulla parte fiscale per agevolare le imprese e sulla parte contributiva per agevolare i lavoratori. L’idea è quella di premiare con meno tasse le aziende che assumono i lavoratori, secondo il principio “più assumi meno paghi”.

Per quanto concerne il lavoro determinato, il programma presentato prevede di aumentare l’uso dei voucher in ambito domestico, turistico e agricolo, con il fine di evitare abusi.

Inoltre, per contrastare la differenza retributiva di genere, si prevede di garantire una maggiore trasparenza del salario.

Altro elemento proposto nel programma politico di Fratelli d’Italia è la possibilità da parte del lavoratore di chiedere un anticipo dello stipendio ogni 15 giorni.

Infine, il partito di Giorgia Meloni afferma l’importanza di lottare contro la concorrenza sleale e l’abusivismo nel commercio, proponendo un obbligo di fideiussione a garanzia del pagamento delle tasse per gli imprenditori provenienti dal di fuori dell’Unione Europea.

Fratelli d’Italia punta anche sul futuro, ribadendo la necessità di aiutare i giovani ad inserirsi nel mondo del lavoro, attraverso tirocini e apprendistati, sopperire alla carenza di lavoratori specializzati nell’ambito delle discipline STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) e incentivare corsi post-diploma per creare delle figure specializzate, così da rendere più facile l’inserimento nel mondo del lavoro.