😍 CORSO GRATUITO GENITORI NON SI NASCE: SCOPRI DI PIÙ

La motivazione al lavoro

La motivazione al lavoro

Dopo il periodo festivo appena trascorso, può essere difficile trovare la motivazione per tornare al lavoro. Probabilmente stai già pensando alle difficoltà che devi affrontare o al disagio/angoscia che provi nei confronti del tuo lavoro. Se questo è il tuo caso, non preoccuparti perché non sei solo.

Mancanza di obiettivi futuri, frequenti cambiamenti all’interno dell’organizzazione, concorrenza esterna e interna, una digitalizzazione incalzante, che trasforma i metodi di lavoro e richiede l’acquisizione di nuove competenze, pressione per gli obiettivi aziendali, carico di lavoro eccessivo e stress possono essere fattori che fanno perdere la motivazione di tornare al lavoro, soprattutto dopo un periodo di festa.

Ricercare la motivazione al lavoro

Tutti cerchiamo una motivazione interiore molto forte, che ci consenta di dare il nostro meglio. Due fattori sono particolarmente favorevoli allo sviluppo di una motivazione: la competenza – essere bravi in quello che si fa – e l’autonomia – la possibilità di organizzare il proprio lavoro come si vuole.

Ecco perché a volte possiamo impegnarci in un’attività che richiede uno sforzo anche senza alcuna ricompensa apparente. Perché gli apprendisti pianisti dovrebbero passare ore da soli a suonare? Perché sono motivati dalla scoperta costante di nuove sonorità. Questa motivazione, alimentata dal circuito cerebrale della ricompensa, molto sensibile alle novità e ai riscontri positivi, è radicata nel piacere che proviamo nello svolgere il nostro lavoro.

Possiamo provare a sviluppare queste cinque abilità per sentirci meglio al lavoro e trovare la nostra motivazione interiore.

  1. Accetta l’imperfezione: la tua, quella degli altri e quella dell’ambiente di lavoro. Il perfezionismo è una causa della nostra mancanza di motivazione. Essere coerenti al 100%, rifiutare i propri fallimenti e fissare obiettivi troppo ambiziosi può portare a una situazione di insoddisfazione permanente. Un passo verso la serenità sarebbe accettare gli ostacoli della vita quotidiana, fare scelte e compromessi, chiedersi quale sarebbe il miglior percorso futuro piuttosto che pensare a quello che avrebbe potuto essere (post-occupazioni), o essere preoccupati per qualcosa che è già accaduto e che ovviamente non si può cambiare o influenzare.

    Per approfondire il tema del perfezionismo, vedi anche il corso online Perfezionismo: qualità o limite?.


  2. Stimola la tua iniziativa e la tua capacità di agire. Al lavoro possiamo decidere di essere proattivi o reattivi. La persona reattiva è influenzata da ciò che accade intorno a lei e segue i segnali dell’ambiente, sia negativi che positivi. La persona proattiva percepisce anticipatamente i problemi e prende l’iniziativa per risolverli. Sviluppare la propria proattività significa essere inclini all’azione e mettere la propria creatività, intelligenza ed energia al servizio di ciò che si può fare qui e ora.
  3. Rafforza la tua autostima. Sei il primo responsabile di te stesso e il primo sponsor del tuo benessere. Questo può sembrare ovvio, ma è fondamentale sentirsi bene con se stessi, amarsi, ascoltare i propri bisogni (sia del corpo che dello spirito) e cercare di soddisfarli. È importante rispettare se stessi nonostante i propri difetti, le proprie fragilità e imperfezioni, apprezzare e riconoscere i propri valori e qualità, celebrare successi e risultati. Inoltre, nelle situazioni difficili, è fondamentale proteggersi, saper dire di no, e comunicare i propri limiti per non mettere in pericolo la propria salute fisica e mentale.

    Per approfondire il tema dell’autostima, vedi anche il corso online Autostima e consapevolezza di sé: credere in se stessi.


  4. Sviluppa empatia e impara a comunicare efficacemente con gli altri. La maggior parte delle difficoltà sul lavoro sono legate al rapporto con gli altri. Che siano leader, colleghi, clienti o fornitori, relazionarsi con le altre persone può essere fonte di frustrazione e talvolta di vera e propria sofferenza. Affinché questa relazione diventi più sana, efficace e serena, è importante sviluppare l’empatia, ossia la capacità di riconoscere e comprendere emozioni e pensieri altrui. essere sviluppata l’empatia.
    In primo luogo, rispetta gli altri ed evita di giudicarli. Possono avere gli stessi tuoi problemi o anche delle difficoltà più gravi delle tue. Cerca quindi di entrare in contatto con la persona che hai di fronte comprendendo la sua esperienza, i suoi sentimenti e le sue esigenze ma allo stesso tempo cercando di identificare i punti in comune con lei. Comunica sinceramente anche le tue emozioni e le tue esigenze mantenendo una mente aperta e un atteggiamento positivo verso te stesso e quella persona.
  5. Coltiva un atteggiamento di apprendimento e sviluppa la capacità di imparare. Per affrontare gli imprevisti e le difficoltà che la vita ci presenta, è fondamentale non smettere mai di imparare. L’atteggiamento della persona che vuole imparare consiste nell’accettare che il percorso di apprendimento attraversa sempre una fase ascendente, dove potrai sentirti confuso. Questo sentirsi persi nell’incertezza e nel dubbio è normale. Pertanto, devi imparare a gestire questi momenti nel modo più calmo possibile. Ricordati che impariamo dai nostri errori. Un fallimento non è una decisione o un giudizio, ma piuttosto un risultato, una risposta a un tentativo che hai fatto. Da questo, puoi imparare una lezione che servirà come base per fare altri tentativi che porteranno poi alla soluzione del tuo problema. Ricorda anche che puoi imparare dagli altri e che è importante accettare feedback per migliorarti. Non esitare a metterti in discussione e cerca di trovare informazioni importanti o utili dallo scambio con gli altri. La persona incline all’apprendimento considera tutte le esperienze come un’opportunità di crescita personale, ovvero utili alla propria evoluzione.

    Sulla piattaforma IGEA CPS sono disponibili numerosi corsi dedicati al mondo del lavoro e al benessere lavorativo. Suggeriamo, in particolare, il corso online Accrescere la propria soddisfazione sul lavoro: strategie e tecniche utili per la gestione nella vita quotidiana.