🍟 AFFRONTARE L'OBESITÀ: MOLTE PROMO, INCONTRI E RISORSE GRATUITE >>> SCOPRI LE PROMO

Guida all’uso degli spray nasali per raffreddore e rinite: consigli da un otorinolaringoiatra

Guida all’uso degli spray nasali per raffreddore e rinite: consigli da un otorinolaringoiatra

Durante i periodi di raffreddore o rinite, l’utilizzo degli spray nasali è diventato un gesto comune per alleviare il fastidio associato a un naso chiuso. Tuttavia, è importante comprendere come utilizzare correttamente questi farmaci, considerando gli effetti collaterali e le controindicazioni associate.

Per ottenere un approfondimento sull’argomento, abbiamo intervistato la dottoressa Maria Patrizia Orlando, otorinolaringoiatra e omeopata con sede a Roma.

Decongestionanti nasali: uso adeguato e limiti

I decongestionanti nasali sono efficaci nel liberare il naso congestionato, agendo sulla dilatazione dei vasi sanguigni e sull’infiammazione della mucosa nasale. Tuttavia, la dottoressa Orlando sottolinea che l’uso prolungato di questi farmaci da banco può portare a effetti collaterali seri. Questi decongestionanti, contenenti principi attivi come l’efedrina o la nafazolina, riducono temporaneamente il calibro dei vasi sanguigni, ma l’effetto “strizza e rilascia” può sfiancare i tessuti nasali, portando a una condizione di ostruzione cronica.

Rischi associati all’utilizzo prolungato

L’uso prolungato di spray nasali può causare non solo una persistente ostruzione nasale ma anche la possibile insorgenza di dipendenza, nota come rinite medicamentosa. La dottoressa Orlando avverte che questi farmaci possono rendere inefficaci i tessuti spugnosi dei turbinati nasali, compromettendo la loro funzione naturale di difesa contro virus e batteri.

Effetti collaterali e controindicazioni

La dottoressa Orlando sottolinea alcune controindicazioni importanti. Gli spray decongestionanti sono vietati durante la gravidanza, l’allattamento e nei bambini sotto i 12 anni. Pazienti con problemi cardiaci o ipertensione dovrebbero consultare il medico prima di utilizzarli. Inoltre, l’interazione con farmaci antipertensivi può variare, e il parere del medico è essenziale in tali casi.

Alternativa naturale: spray a base di sostanze naturali

In alternativa ai decongestionanti convenzionali, la dottoressa Orlando suggerisce l’utilizzo di spray nasali a base di oli essenziali come eucalipto, lavanda con luffa (euphorbium) o propoli.

Gli oli essenziali possono decongestionare e fluidificare il muco in modo naturale. Tuttavia, è importante fare un uso responsabile di tali prodotti, evitando abusi.

Spray con acqua marina e altre opzioni

Gli spray a base di acqua marina sono una scelta valida per mantenere la pulizia e l’idratazione delle fosse nasali. Le soluzioni isotoniche e ipertoniche offrono vantaggi specifici: le prime sono adatte per la pulizia quotidiana, mentre le seconde sono utili in presenza di infiammazioni e infezioni.

Approcci specifici per condizioni particolari

Per condizioni come riniti allergiche o sinusiti, la dottoressa Orlando consiglia l’uso di cortisonici o antistaminici, ma solo su prescrizione medica e per periodi limitati. Tali farmaci non sono adatti durante gravidanza e allattamento.

Spray per la secchezza nasale e rimedi fai da te

Per la secchezza nasale, la dottoressa Orlando suggerisce spray a base di aloe vera, calendula e altre piante, arricchiti con acido ialuronico e vitamine A ed E. Inoltre, offre una soluzione fai da te per preparare una soluzione fisiologica con acqua salata per l’irrigazione nasale.

Cura del naso dei bambini

Per i bambini, la pulizia nasale è fondamentale fin dalla nascita per prevenire raffreddori e otiti. Prodotti isotonici specifici a base di acqua marina sono adatti per i più piccoli, mentre, in caso di infezioni, il pediatra può prescrivere gocce nasali di argento proteinato. Gli spray e i vasocostrittori sono consigliati solo in età più avanzata, evitando l’uso prolungato.

In conclusione, la corretta gestione degli spray nasali richiede consapevolezza e moderazione, con un’attenzione particolare ai rischi associati all’uso prolungato di decongestionanti convenzionali. Optare per soluzioni a base naturale e consultare il medico per condizioni specifiche sono scelte sagge per mantenere la salute delle vie respiratorie.

Leggi anche:

Rinorrea: cause e soluzioni per il fastidioso naso che cola nei bambini

L’importanza della pulizia del naso nella salute respiratoria dei bambini