😍 CORSO GRATUITO GENITORI NON SI NASCE: SCOPRI DI PIÙ

Censimento Permanente: al via l’edizione 2022

Censimento Permanente: al via l’edizione 2022

È partita domenica 2 ottobre la rilevazione campionaria del Censimento Permanente della Popolazione e delle Abitazioni dell’ISTAT, che quest’anno coinvolgerà 1.326.995 famiglie in 2.531 comuni.

Che cos’è il Censimento Permanente

Il primo Censimento generale della popolazione italiana ha avuto luogo nel 1861, all’indomani dell’Unità d’Italia e, fino al 2018, si è sempre svolto a cadenza decennale, con soltanto due eccezioni: quello del 1891, che non è avvenuto, e quello del 1936, che è stato condotto con cadenza quinquennale.

A partire dal 2018, tuttavia, l’Istituto Nazionale di Statistica ha introdotto degli importanti cambiamenti e la cadenza del censimento è diventata da decennale ad annuale. Inoltre, per limitare il più possibile il cosiddetto “fastidio statistico”, il censimento non coinvolge più l’intera popolazione, bensì soltanto un campione.

La qualità delle informazioni raccolte rimane comunque garantita, grazie all’integrazione dei dati statistici raccolti dall’Istat con quelli provenienti da altre fonti amministrative.

L’obiettivo del Censimento Permanente è quello di raccogliere informazioni accurate rispetto alle caratteristiche, alle condizioni di vita e ai bisogni delle famiglie residenti in Italia, così da orientare al meglio le decisioni politiche ed economiche del Paese, a livello locale, regionale e nazionale.

Chi deve rispondere al Censimento Permanente

Quest’anno il Censimento coinvolge circa 1 milione e 300mila famiglie italiane, residenti in 2.531 comuni del territorio nazionali.

Per sapere se sei coinvolto nel censimento, ti basterà controllare la tua casella postale di casa. Se hai ricevuto una lettera nominativa di invito da parte dell’Istat oppure hai trovato una locandina sul portone e una lettera informativa non nominativa che annunciano la visita di un rilevatore, significa che quest’anno fai parte del campione che verrà censito.

In caso di lettera nominativa, il questionario dev’essere compilato preferibilmente dalla persona che ha ricevuto la comunicazione. Se questo non è possibile, può farlo anche un altro componente maggiorenne della famiglia o una persona di fiducia.

Il questionario è disponibile in cinque lingue (italiano, tedesco, sloveno, francese e inglese), per consentire a tutte le famiglie coinvolte di rispondere facilmente.

Come fare per rispondere

L’ISTAT ha realizzato un video-tutorial per fornire tutte le indicazioni necessarie a chi è chiamato quest’anno a rispondere al Censimento Permanente.

Innanzitutto, è bene specificare che il censimento prevede due modalità, distinte in base alla rilevazione campionaria corrispondente.

  • Da lista: il questionario, elettronico e disponibile online, dev’essere compilato in autonomia, accedendo direttamente al sito dell’Istat con le credenziali comunicate tramite lettera o tramite SPID. In caso di necessità, i rispondenti possono richiedere gratuitamente l’assistenza telefonica di un operatore dell’Istat chiamando il numero verde 800.188.802 oppure recarsi presso il Centro Comunale di Rilevazione più vicino.
  • Areale: un rilevatore inviato dall’Istat, dopo aver effettuato alcune domande anagrafiche, somministra il questionario tramite intervista oppure indicando un Centro Comunale di Rilevazione.

Ricordiamo che rispondere al Censimento è un obbligo di legge e che il termine ultimo per compilare il questionario è il 23 dicembre 2022.

Cosa contiene il questionario

Il questionario contiene tre sezioni di domande relative, rispettivamente, a:

  • dati anagrafici (nome e cognome, età, genere, nazionalità ecc.) delle persone che compongono il nucleo familiare;
  • informazioni sull’alloggio (tipo di alloggio, metratura e numero di stanze, caratteristiche dell’abitazione e dell’edificio, ecc.);
  • altre informazioni sulla modalità di compilazione e sui canali di comunicaizone.

Per ciascun componente della famiglia, inoltre, è prevista una scheda individuale. Per questo motivo, è importante che il questionario sia compilato con la collaborazione di tutti, così da fornire informazioni il più possibile accurate e precise.

Per chi volesse farsi un’idea più chiara delle domande a cui è chiamato a rispondere, un facsimile del questionario (riferito, però, all’edizione dello scorso anno), è disponibile online a questo indirizzo.

Inoltre, tutte le informazioni relative al censimento sono disponibile sul portale dedicato Censimentigiornodopogiorno.it.