🍟 AFFRONTARE L'OBESITÀ: MOLTE PROMO, INCONTRI E RISORSE GRATUITE >>> SCOPRI LE PROMO

Guida alla presentazione della domanda di invalidità civile all’INPS nel 2023: novità e istruzioni

Guida alla presentazione della domanda di invalidità civile all’INPS nel 2023: novità e istruzioni

L’invalidità civile è una condizione riconosciuta dall’ordinamento giuridico italiano che permette l’accesso a prestazioni economiche e socio-sanitarie da parte dell’INPS. La domanda per il riconoscimento dell’invalidità civile, sordità civile, cecità civile, handicap e disabilità, completa della certificazione medica, è telematica e va presentata all’INPS.

Chi può presentare la domanda di invalidità civile?

Possono fare domanda i cittadini italiani con residenza in Italia, cittadini comunitari legalmente soggiornanti in Italia e iscritti all’anagrafe del comune di residenza, e cittadini stranieri extracomunitari legalmente soggiornanti in Italia con permesso di soggiorno di almeno un anno.

Come presentare la domanda di invalidità civile?

Il processo è informatizzato e si articola in diversi passaggi:

Primo passo: dal medico curante

Il cittadino si reca dal medico certificatore, abilitato alla compilazione online del certificato medico introduttivo. Il medico accede a una piattaforma informatica, compila il certificato e lo invia telematicamente all’INPS. Il certificato ha validità di 90 giorni.

Secondo passo: presentazione domanda all’INPS

Il cittadino presenta la domanda attraverso il portale web INPS, utilizzando SPID, CIE, o CNS per l’autenticazione. È possibile anche farsi affiancare da enti come associazioni, patronati sindacali, CAF, etc.

Documenti necessari per la domanda di invalidità civile

È necessario avere il documento personale, il certificato medico introduttivo, e, in caso di visita, documentazione medica aggiuntiva.

Entro quando viene fissata la prima visita per l’invalidità?

La prima visita deve essere fissata entro 30 giorni dalla presentazione della domanda per visite ordinarie, e entro 15 giorni per patologie oncologiche o specifiche.

Scelta della modalità di pagamento

Durante la compilazione della domanda, si indica la modalità di pagamento, semplificata per chi già riceve altre prestazioni INPS.

Terzo passo: la visita medica

Il giorno della visita, l’utente si presenta alla commissione medica dell’ASL di riferimento. Dopo la visita, la commissione redige un verbale elettronico.

Verbale

Una volta inviato all’INPS e validato, l’interessato conserva il certificato per utilizzi successivi.

Punteggio minimo per la pensione di invalidità

Per ottenere prestazioni economiche, è necessario un riconoscimento di invalidità di almeno il 74%.

Accertamento senza convocazione a visita

L’INPS ha introdotto la possibilità di presentare la documentazione sanitaria online senza recarsi fisicamente alla visita. La commissione può valutare il caso senza incontro fisico, ma se la documentazione è insufficiente, si procede con la visita.

Come allegare la documentazione sanitaria

È possibile allegare la documentazione sanitaria online dopo aver presentato la domanda. Questa opzione è estesa anche ai medici certificatori e agli Istituti di Patronato.

Limiti reddituali

La Circolare INPS del 2023 definisce gli importi e limiti di reddito per assegni e pensioni di invalidità civile. I beneficiari devono certificare di rientrare in tali limiti.

Presentazione della domanda per i minori in modalità semplificata

Per i minori, l’INPS ha attivato un servizio di acquisizione della domanda semplificata, con accesso tramite le credenziali del minore o tramite delega SPID.

Modalità di pagamento per i minori

L’INPS spiega come procedere nel caso di richiesta di pagamento con modalità “in contanti presso lo sportello” per i minori.

Quanto costa fare domanda di invalidità

La richiesta di invalidità civile è gratuita se presentata personalmente o tramite un patronato. Potrebbe essere richiesto un compenso se presentata da un professionista autonomo.

Prestazioni che si ottengono con l’invalidità

L’accertamento dell’invalidità civile permette l’accesso a prestazioni economiche o sussidi in base alla percentuale di invalidità riconosciuta.

Cosa fare in caso di ricovero dell’invalido

L’INPS spiega cosa fare nel caso di ricovero di un beneficiario dell’indennità di accompagnamento. L’indennità può essere mantenuta in determinate situazioni, e l’INPS ha implementato una procedura telematica per comunicare i periodi di ricovero.

Come richiedere il ricovero indennizzato

I beneficiari possono accedere al sito INPS e dichiarare online i periodi di ricovero, allegando la documentazione necessaria.

Questa guida fornisce informazioni dettagliate sul processo di richiesta di invalidità civile, inclusi i cambiamenti introdotti dall’INPS nel 2023 per semplificare la procedura e rendere più accessibili i servizi, in linea con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Leggi anche:

Invalidità civile: come fare domanda

Categorie protette in Italia: requisiti, lavoro e assistenza