🍟 AFFRONTARE L'OBESITÀ: MOLTE PROMO, INCONTRI E RISORSE GRATUITE >>> SCOPRI LE PROMO

Danni morali da ritardi e cancellazioni: quando la compagnia aerea risarcisce

Danni morali da ritardi e cancellazioni: quando la compagnia aerea risarcisce

Nel contesto dei viaggi aerei, le cancellazioni dei voli o i ritardi significativi possono causare non solo danni economici ma anche gravi disagi personali. Oltre al risarcimento standard per i danni patrimoniali, recenti pronunce della Corte di Cassazione in Italia hanno aperto la strada al riconoscimento dei danni morali in situazioni estreme, come la perdita di eventi significativi come funerali. Esploriamo il concetto di danni morali derivanti da voli cancellati o ritardi prolungati e come la giurisprudenza italiana ha ampliato il campo delle richieste di risarcimento.

I danni patrimoniali e il limite forfettario

Quando un volo viene cancellato o subisce ritardi significativi, così come nel caso di bagagli smarriti, i passeggeri hanno il diritto di richiedere un risarcimento per i danni patrimoniali. Nell’Unione Europea, questo risarcimento è regolato da limiti forfettari, spesso raggiungendo un massimo di 600 euro. Questi danni coprono principalmente le perdite economiche dirette subite dai passeggeri a causa delle irregolarità del volo.

Il riconoscimento dei danni morali

Tuttavia, la recente sentenza della Corte di Cassazione italiana ha ampliato il concetto di risarcimento introducendo i danni morali. Questi danni possono essere richiesti quando il disagio causato dal ritardo o dalla cancellazione del volo va oltre le normali incombenze quotidiane e incide sui diritti costituzionali della persona. La Corte ha enfatizzato che non ogni inconveniente associato a un volo cancellato giustifica un risarcimento morale; deve verificarsi qualcosa di significativo e grave.

Un caso esempio: la perdita di un funerale e i danni morali

La Corte di Cassazione ha esaminato un caso in cui un passeggero aveva già ricevuto un risarcimento per i danni economici dovuti alla cancellazione di un volo. Tuttavia, il passeggero non era soddisfatto perché la cancellazione gli aveva impedito di partecipare al funerale del padre. La Corte ha riconosciuto che la mancanza di un evento così significativo costituiva un danno morale, danneggiando il diritto costituzionale alla famiglia.

Condizioni per il riconoscimento dei danni morali

Il principio stabilito dalla Cassazione è applicabile a tutti i passeggeri, ma con alcune condizioni. La lesione dei diritti costituzionali deve essere grave e andare oltre le normali incomprensioni della vita quotidiana. Il danno causato non deve essere semplicemente un fastidio o un disagio, ma deve avere un impatto significativo sulla vita del passeggero.

Ulteriori decisioni della Corte di Cassazione

La Corte di Cassazione ha emesso diverse sentenze riguardanti i ritardi nei trasporti. Recentemente, ha riconosciuto il diritto al rimborso per “danno esistenziale” a un passeggero rimasto bloccato su un treno per quasi 24 ore. Allo stesso modo, ha confermato il risarcimento a un turista che aveva perso una coincidenza per un ritardo di 45 minuti, giungendo a destinazione con un giorno di ritardo.

Danno morale anche per ritardi nei bagagli

Le sentenze della Cassazione hanno esteso il riconoscimento dei danni morali anche a situazioni come il ritardo o la perdita dei bagagli, limitando la libertà di movimento dei passeggeri. Questo ampliamento del concetto di danno morale illustra come la giurisprudenza si stia adattando per affrontare situazioni in cui i diritti costituzionali vengono lesi

In generale, i passeggeri hanno il diritto di richiedere un risarcimento per danni morali quando subiscono un’irregolarità che va oltre le conseguenze economiche e danneggia gravemente i loro diritti costituzionali.

Tuttavia, è fondamentale notare che il diritto al risarcimento si applica solo quando la compagnia di trasporti è responsabile della situazione e non quando l’irregolarità è causata da circostanze eccezionali o al di fuori del suo controllo. La giurisprudenza italiana continua a svilupparsi per adattarsi alle esigenze dei passeggeri in situazioni di viaggio complesse.

Leggi anche:

Affrontare la paura di volare: consigli per viaggiare con sicurezza e serenità