🍟 AFFRONTARE L'OBESITÀ: MOLTE PROMO, INCONTRI E RISORSE GRATUITE >>> SCOPRI LE PROMO

Contrassegno parcheggio disabili UE: diritti, procedura e vantaggi nell’Unione Europea

Contrassegno parcheggio disabili UE: diritti, procedura e vantaggi nell’Unione Europea

La Commissione lavoro e affari sociali dell’Europarlamento ha recentemente approvato all’unanimità una proposta volta a istituire un nuovo contrassegno per il parcheggio dei disabili nell’Unione Europea (UE).

Questo nuovo pass, che sostituirà le carte di parcheggio nazionali, consentirà alle persone con disabilità accertata di parcheggiare gratuitamente e liberamente negli stalli riservati, sia nel proprio Paese di residenza che in tutti gli Stati membri dell’UE.

Cos’è il contrassegno parcheggio disabili UE?

Il contrassegno per il parcheggio dei disabili nell’UE è un pass a cui hanno diritto le persone con disabilità accertata in uno dei Paesi dell’Unione Europea. Questo contrassegno offre il privilegio di parcheggiare gratuitamente negli stalli riservati, situati il più vicino possibile alla destinazione desiderata e in aree più ampie rispetto a quelli ordinari. La proposta di Direttiva, approvata nel settembre 2023, mira a semplificare le regole e a rendere questo contrassegno il pass di riferimento unico in tutta l’UE.

Chi ha diritto al contrassegno parcheggio disabili europeo?

Secondo la Commissione lavoro e affari sociali dell’Europarlamento, hanno diritto al contrassegno sosta invalidi UE coloro a cui è stata riconosciuta la disabilità e il diritto al parcheggio agevolato nel proprio Stato membro. In Italia, ad esempio, è necessario presentare un’apposita istanza presso la polizia municipale del proprio Comune di residenza, dopo aver ottenuto l’approvazione della domanda di invalidità civile.

Come ottenere il contrassegno parcheggio disabili UE?

Una volta che la proposta di Direttiva entrerà in vigore, la procedura per ottenere il contrassegno parcheggio disabili europeo sarà integrata con quella prevista per la Carta europea per la disabilità. I dettagli precisi della procedura saranno comunicati successivamente, ma si prevede che sarà necessario presentare lo stesso attestato già ottenuto nel proprio Paese di residenza.

Dove e come usare il pass parcheggio disabili UE?

Per usufruire del parcheggio gratuito e del diritto alla sosta negli stalli per disabili, sarà sufficiente esibire il contrassegno parcheggio disabili europeo in modo ben visibile sulla propria auto.

Questo pass è valido in tutto il territorio dell’Unione Europea e nei Paesi terzi gemellati che aderiranno al regolamento. La proposta di Direttiva sottolinea che il contrassegno sarà disponibile sia in formato fisico che digitale e sarà gratuito.

Vantaggi del contrassegno parcheggio disabili europeo

Uno dei vantaggi principali del contrassegno europeo per il parcheggio disabili in UE è la garanzia di parcheggio nei posti riservati, spesso situati vicino ai luoghi di interesse come negozi, supermercati e centri storici. In Italia, offre anche l’accesso a zone a traffico limitato, consentendo il transito in strade riservate ai veicoli di servizio e di pubblica utilità.

A livello europeo, il contrassegno consente l’accesso alle agevolazioni previste per i disabili in ciascun Paese membro visitato, garantendo condizioni speciali e trattamenti preferenziali simili a quelli riservati ai residenti locali.

In conclusione, il nuovo contrassegno per il parcheggio dei disabili nell’UE rappresenta un passo significativo verso una maggiore armonizzazione e semplificazione dei diritti per le persone con disabilità in tutta l’Unione Europea.

Leggi anche:

Bonus Figli Disabili 2024: guida dettagliata su come richiedere il contributo

Strategia europea per l’inclusione lavorativa delle persone con disabilità: un approfondimento dettagliato