💡 SOFT SKILLS: TANTISSIME PROMO, INCONTRI E RISORSE GRATUITE >>> SCOPRI LE PROMO

Annusare il sudore: un calmante naturale per far fronte all’ansia sociale?

Annusare il sudore: un calmante naturale per far fronte all’ansia sociale?

Cosa è l’ansia sociale?

Si definisce ansia sociale una patologica e invalidante forma di timidezza. Essa insorge quando il soggetto viene esposto al giudizio e alla valutazione degli altri. Quello che succede è che l’ansioso sociale ha un’ossessione per il “fare per forza una buona impressione”.

Questo lo porta ad avere delle convinzioni negative e auto-svalutanti su sé stesso e sull’andamento della prestazione (balbetterò, farò brutta figura, non riuscirà ad aprire bocca). Queste convinzioni non faranno altro che danneggiare l’immagine sociale che il soggetto si creerà di sé stesso. Egli si vede, così, dall’esterno e osserverà una persona rossa in viso, goffa, intenta a balbettare.

Percepirà, quindi, ogni reazione dei presenti (un piccolo cenno di disattenzione, un innocuo sbaglio) come l’ennesima conferma della propria inadeguatezza e inettitudine. Inutile dire che l’ansia aumenterà parecchio.

Cosa c’è di sbagliato in questo? L’ansioso sociale si concentra su suoi sintomi fisici e si perde totalmente il contatto con il mondo esterno. Avete presente il mito della caverna di Platone? C’erano dei prigionieri posizionati con le spalle a muro. L’unica cosa che questi prigionieri vedevano erano delle ombre. Queste ombre erano una proiezione di quello che era il mondo esterno. Ad esempio dei semplici passanti erano visti come delle figure allungante e paurose. Chi soffre d’ansia sociale vede il mondo esterno a modo proprio, come un qualcosa di pericoloso, minaccioso e bellico.


Per approfondire: CORSO ONLINE: MUTISMO SELETTIVO O TIMIDEZZA – Quando mancano le parole


Cosa fare, tradizionalmente, per far fronte all’ansia sociale?

Il trattamento cognitivo comportamentale è la psicoterapia d’elezione per trattare l’ansia sociale. Si usano tecniche di rilassamento dove viene associata una situazione di calma ad una situazione di stress, fino a desensibilizzare l’ansia provata. Si usano tecniche di mindfulness, atte a far in modo che l’ansia venga accolta ed accettata. Attraverso queste tecniche l’ansia viene esplorata con interesse, fino a poterle dare un nome, una forma, un colore.

Potranno, infine, essere utilizzate tecniche di visualizzazione in immaginazione. Si immaginerà, inizialmente, ogni scena che precede la prestazione sociale. Si partirà da quel passaggio meno ansiogeno e si arriverà ad immaginare la scena che creerà più ansia. Dopo aver ridotto l’ansia in immaginazione si potrà procedere con l’esporre, gradualmente, il soggetto alle situazioni reali ansiogene.


Per approfondire: CORSO ONLINE – MINDFULNESS: Pratica e benefici della meditazione


Un nuovo studio: annusare il sudore può calmare l’ansia sociale

Un gruppo di ricercatori del Karolinska Istitutet e dell’università di Padova hanno estratto il sudore ad un serie di volontari che guardavano film sia divertenti che paurosi. Quel sudore è stato, successivamente, “indossato” da donne con ansia sociale. Si è, incredibilmente, arrivate alla conclusione che quelle donne che avevano “indossato” sia il sudore “divertente” che il sudore “pauroso” rispondevano meglio alla psicoterapia cognitivo-comportamentale della consapevolezza.

Il punto è che l’olfatto ha un importante poter sul cervello e potrebbe attivare percorsi celebrali legati alle emozioni, fino ad avere un effetto calmante. All’interno del sudore ci sono delle molecole, prodotte dal nostro stato d’animo. Se chi soffre d’ansia sociale annusa il sudore di altre persone potrebbe ricevere un effetto benefico nel sentirsi capito e accolto.

Non si può affermare che annusare il sudore di altre persone sia una terapia, quello che per ora si può dire è che seguiranno altri esperimenti per accertare il valore della scoperta.