😍 CORSO GRATUITO GENITORI NON SI NASCE: SCOPRI DI PIÙ

23 Gennaio: Giornata Nazionale della Scrittura a Mano

23 Gennaio: Giornata Nazionale della Scrittura a Mano

La Giornata Nazionale della Scrittura a Mano è stata istituita nel 1977 dalla National Handwriting Association (NHA) negli Stati Uniti per celebrare la pratica della scrittura a mano in un’epoca in cui insegnanti ed educatori iniziavano a temere (purtroppo, a ragione), che l’arte della calligrafia e, in generale, della scrittura a mano stesse scomparendo, soppiantata dall’utilizzo delle macchine da scrivere e delle sempre più diffuse telescriventi.

Con gli anni, la giornata è diventata una tradizione annuale e viene oggi celebrata in molti paesi in tutto il mondo, per incoraggiare le persone a continuare a utilizzarla nella loro vita quotidiana.

Perché celebrare la scrittura a mano?

In un mondo sempre più digitale, la scrittura a mano può sembrare un’abilità desueta e anacronistica: perché sforzarsi di scrivere con carta e penna se la maggior parte della comunicazione scritta avviene comunque su schermo?

Ebbene, non bisogna dimenticare che l’arte della calligrafia rimane un’abilità importante e una forma di espressione unica, e rappresenta un’occasione importante di sviluppo, soprattutto per i più piccoli.

I benefici dello scrivere a mano

Scrivere a mano aiuta a sviluppare le abilità motorie fini, la coordinazione occhio-mano e la concentrazione. Non si tratta, quindi, solo di un esercizio “di stile”, ma di un’attività che contribuisce a uno sviluppo completo e armonico di tutte le capacità legate alla coordinazione motoria: i movimenti della scrittura devono essere precisi e ben dosati, ogni lettera dev’essere chiara e legarsi in modo corretto alla successiva, in un gesto fluido che segue il “filo” del pensiero che si vuole comunicare.

Memoria e apprendimento

Non è un caso, infatti, che scrivere a mano aiuti ad elaborare e fissare meglio i concetti che si traspongono sulla carta: recenti studi hanno dimostrato che il movimento della mano che imprime la parola sul foglio (l’associazione, quindi, di pensiero, parola e movimento) costituisca un importante elemento di attivazione mnemonica. In pratica: scrivere qualcosa (a mano) permette di ricordarlo meglio, con più accuratezza e più facilità.

È quanto emerge dallo studio degli psicologi Mueller e Oppenheimer, pubblicato nel 2014 su Psychological Science: “The Pen Is Mightier Than the Keyboard: Advantages of Longhand Over Laptop Note Taking“.

Nel loro esperimento, hanno diviso un campione di studenti in due gruppi e hanno chiesto loro di prendere appunti, come se fossero a lezione, rispettivamente su un laptop e su un quaderno. Successivamente, gli sperimentatori hanno sottoposto a tutti gli studenti un test per verificare la loro comprensione dei concetti: il risultato (all’epoca abbastanza sorprendente) fu che gli studenti che avevano preso appunti a mano riportavano risultati nettamente migliori nel test rispetto a quelli che avevano preso appunti su un laptop.

Scrittura e lettura

Inoltre, scrivere a mano è il modo migliore per imparare a riconoscere le singole lettere e associare a ciascun simbolo grafico il suo fonema. Esercitandosi a scrivere, per il bambino diventa man mano sempre più facile anche leggere, migliorando in accuratezza e fluidità.

È stato dimostrato, infatti, che la scrittura a mano rappresenti un valido esercizio anche per migliorare lo sviluppo cognitivo dei bambini con Disturbi Specifici dell’Apprendimento quali la dislessia e la disortografia (ovviamente, in aggiunta all’uso di strumenti di Comunicazione Aumentativa Alternativa che facilitino le attività di letto-scrittura).


Alla dislessia e ai DSA sono dedicati numerosi corsi disponibili sulla piattaforma IGEA CPS. Suggeriamo, in particolare, il seminario gratuito online Dislessia e trattamenti innovativi. Inoltre, al tema è dedicata anche la piattaforma disturbispecificidiapprendimento.it.

Cerchi un tutor DSA? Consulta il nostro registro di esperti.


Creatività

Infine, scrivere a mano aiuta ad essere più creativi: toccare con mano le parole e le storie che si intendono raccontare è un ottimo modo per svilupparle in modo più coerente, seguendo il flusso del pensiero e del movimento, mettendone insieme i pezzi un po’ alla volta. Basta pensare alle tecniche di brainstorming o di annotazione di idee che prevedono l’utilizzo di post-it, appunti e scarabocchi per poi rimettere tutto insieme e visualizzare le idee in un unico flusso creativo.

Come celebrare la Giornata Nazionale della Scrittura a Mano

Per celebrare la Giornata Nazionale della Scrittura a Mano, molte scuole organizzano attività speciali per i loro studenti, come concorsi di scrittura a mano, lezioni sull’importanza della scrittura a mano e laboratori creativi.

Inoltre, molte organizzazioni si uniscono per promuovere l’importanza della scrittura a mano attraverso social media e campagne di sensibilizzazione. Ne è un esempio l’associazione SMED (Scrivere a Mano nell’Era Digitale), che organizza regolarmente corsi e laboratori per imparare (e insegnare!) a scrivere a mano in modo corretto ed efficace.