😍 CORSO GRATUITO GENITORI NON SI NASCE: SCOPRI DI PIÙ

Premio Nobel 2022: tutti i vincitori

Premio Nobel 2022: tutti i vincitori

A inizio ottobre sono stati comunicati i nomi dei vincitori dei premi Nobel 2022 per la fisica, la chimica, la medicina, la letteratura, la pace e l’economia. La cerimonia di premiazione, come ogni anno, si terrà il 10 dicembre a Stoccolma.

Premio Nobel per la fisica

Per il 2022, il premio Nobel per la fisica è stato assegnato agli scienziati Alain Aspect, John F. Clauser e Anton Zeilinger, già premiati con il Premio Wolf nel 2010 per i loro studi di ottica quantistica e fisica atomica e, in particolare, “per gli esperimenti con fotoni entangled, per aver stabilito la violazione delle disuguaglianze di Bell e per aver aperto la strada alla scienza dell’informazione quantistica“.

Premio Nobel per la chimica

Il Nobel per la chimica è stato assegnato a Carolyn R. Bertozzi, Morten Meldal e K. Barry Sharpless “per lo sviluppo di un nuovo metodo per assemblare nuove molecole”. Questo metodo prende il nome di “click chemistry”, o chimica a scatto, e permette di unire le molecole in modo più semplice ed efficiente, grazie all’uso di ossigeno e acqua (sostanze diffuse e facili da maneggiare), e la riduzione delle sostanze di scarto.

L’americano Sharpless (81 anni) aveva già vinto il Premio nel 2001 ed è il quinto scienziato nella storia a ottenere due Nobel.

Premio Nobel per la fisiologia e la medicina

A vincere il Nobel per la fisiologia è il biologo e genetista svedese Svante Pääbo “per le sue scoperte sul genoma degli ominidi e sull’evoluzione umana”. Pääbo è, infatti, riuscito a tagliare un traguardo senza precedenti: sequenziare il genoma dell’uomo di Neanderthal. Inoltre, grazi ai suoi studi ha dimostrato l’esisenza di un ominide sconosciuto, l’Homo di Denisova, vissuto tra i 70.000 e 40.000 anni fa.

Premio Nobel per la letteratura

Il Nobel per la letteratura 2022 va alla scrittrice francese Annie Ernaux, già premio Strega nel 2016 per il suo romanzo autobiografico “Gli anni”. La motivazione del premio risiede nel “coraggio e l’acutezza clinica con cui scopre le radici, gli allontanamenti e i vincoli collettivi della memoria personale“.

Premio Nobel per la pace

In un anno segnato inevitabilmente dal conflitto in Ucraina, il Nobel per la pace è condiviso tra l’attivista per i diritti umani bielorusso Ales Bialiatski, l’organizzazione ucraina Center for Civil Liberties e l’organizzazione russa Memorial.

A causa del suo impegno per la democrazia e la libertà, che Bialiatski porta avanti ormai da 30 anni, l’attivista bielorusso ha subìto intimidazioni e molteplici arresti ed è attualmente detenuto con l’accusa (non riconosciuta da numerosi osservatori indipendenti e organizzazioni internazionali) di “evasione fiscale”.

Come illustrato nella pagina dedicata del sito ufficale: “I vincitori del Premio per la pace rappresentano la società civile nei loro Paesi d’origine. Da molti anni promuovono il diritto di criticare il potere e di proteggere i diritti fondamentali dei cittadini. Hanno compiuto uno sforzo eccezionale per documentare i crimini di guerra, le violazioni dei diritti umani e gli abusi di potere. Insieme dimostrano l’importanza della società civile per la pace e la democrazia“.

Premio Nobel per l’economia

Insigniti del Nobel per l’economia sono gli statunitensi Ben S. Bernanke, Douglas W. Diamond, Philip H. Dybvig, per “aver migliorato significativamente la nostra comprensione del ruolo delle banche nell’economia, in particolare durante le crisi finanziarie. Un importante risultato della loro ricerca è il motivo per cui è fondamentale evitare i crolli bancari“.