🍟 AFFRONTARE L'OBESITÀ: MOLTE PROMO, INCONTRI E RISORSE GRATUITE >>> SCOPRI LE PROMO

Bonus Moto e Scooter 2024: cosa bisogna sapere

Bonus Moto e Scooter 2024: cosa bisogna sapere

Il Bonus Moto e Scooter 2024 da 4.000 euro è un’iniziativa statale annunciata dal Ministro delle imprese e del made in Italy, Adolfo Urso, con l’obiettivo di incentivare l’acquisto di veicoli a due, tre o quattro ruote a basso impatto ambientale. Questa agevolazione fa parte di un più ampio sforzo per promuovere la transizione green nel settore dei trasporti, riducendo l’impatto ambientale legato all’utilizzo di veicoli su strada.

Cos’è il Bonus Moto e Scooter da 4.000 euro?

Il Bonus Moto e Scooter prevede incentivi economici per l’acquisto di moto, scooter, tricicli e quadricicli più ecologici e sostenibili. Il budget totale stanziato per il 2024 è di 50 milioni di euro, di cui 45 milioni sono destinati alle due ruote a alimentazione elettrica e 5 milioni alle moto termiche.

A chi spetta il bonus?

Il bonus è rivolto a persone fisiche e giuridiche che acquistano ciclomotori o motocicli a basso impatto ambientale, senza limiti di cilindrata o potenza. Gli acquirenti possono beneficiare del bonus sia acquistando veicoli nuovi, con o senza rottamazione di un vecchio mezzo, contribuendo così a sostenere la sostenibilità ambientale.

Come funziona il Bonus Moto e Scooter 2024?

Il bonus funziona come uno sconto sugli acquisti, inclusi quelli effettuati tramite leasing, di ciclomotori o motocicli a due, tre o quattro ruote. Le modalità di incentivo variano in base all’operazione effettuata:

  • Contributo del 30% del prezzo di acquisto per ciclomotori o motocicli elettrici fino a 3.000 euro, senza obbligo di rottamazione.
  • Contributo del 40% del prezzo di acquisto per ciclomotori o motocicli elettrici fino a 4.000 euro, con obbligo di rottamazione di una due ruote Euro 0, 1, 2 o 3 intestata al compratore da almeno un anno.
  • Contributo del 40% del prezzo di acquisto per ciclomotori o motocicli termici fino a 2.500 euro (con uno sconto del venditore del 5%), con obbligo di rottamazione di una due ruote Euro 0, 1, 2 o 3 intestata al compratore da almeno un anno.

Quali moto e scooter rientrano nel bonus?

I veicoli ammessi al bonus sono classificati in sette sottocategorie, che includono veicoli a due, tre o quattro ruote con diverse specifiche di cilindrata e velocità. Queste categorie saranno ulteriormente definite con l’entrata in vigore del Decreto attuativo.

Come richiedere il Bonus Moto e Scooter 2024?

Per ottenere il bonus, il compratore non deve fare nulla. Sarà il venditore a presentare la domanda online attraverso la piattaforma statale dedicata, che dovrebbe essere operativa entro febbraio 2024. I passaggi comprendono la registrazione sulla piattaforma, la prenotazione dei contributi e la corresponsione degli stessi.

Quando parte il Bonus Moto e Scooter?

Il bonus non è ancora attivo, ma si prevede che sarà disponibile con l’entrata in vigore del nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) tra la metà di gennaio e i primi di febbraio 2024. Il tavolo automotive, avviato dal Governo il 1° febbraio 2024, contribuirà a definire gli sconti.

Scadenza degli incentivi

Gli incentivi saranno disponibili fino al 31 dicembre 2024, salvo esaurimento anticipato dei fondi. Sarà fondamentale restare aggiornati sulle tempistiche e sulle modalità di richiesta una volta che il bonus sarà attivato.

Leggi anche:

Superare le barriere architettoniche: il bonus che trasforma gli spazi

Dove, come e quando fare la revisione auto e moto nel 2023