🍟 AFFRONTARE L'OBESITÀ: MOLTE PROMO, INCONTRI E RISORSE GRATUITE >>> SCOPRI LE PROMO

ISEE 2024: guida completa a cos’è, come richiederlo e novità normative

ISEE 2024: guida completa a cos’è, come richiederlo e novità normative

Cos’è l’ISEE

L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) è uno strumento finalizzato a valutare la situazione economica delle famiglie in Italia. Esso tiene conto del reddito di tutti i membri del nucleo familiare, del loro patrimonio (mobiliare e immobiliare), e di una scala di equivalenza che varia a seconda della composizione del nucleo.

L’ISEE è essenziale per accedere a prestazioni sociali le cui erogazioni dipendono dalla situazione economica familiare.

A cosa serve l’ISEE 2024

L’ISEE è cruciale per determinare in modo equo la partecipazione al costo delle prestazioni sociali e sociosanitarie in Italia ed è soggetto a controlli. Certificazioni ISEE al di sotto di determinate soglie garantiscono l’accesso gratuito ad agevolazioni nei servizi sanitari e sociali, oltre a incentivi, sussidi e bonus di vario genere.

Tra i benefici accessibili con ISEE basso ci sono il Bonus asilo nido, Bonus sociale sulle bollette e l’Assegno di inclusione, che dal 2024 sostituisce il Reddito di cittadinanza insieme al Supporto Formazione e Lavoro.

Novità per l’ISEE 2024

Con il Decreto accertamenti della riforma fiscale 2024 e la Legge di Bilancio 2024, sono state introdotte importanti modifiche al calcolo dell’ISEE:

  • Esclusione di titoli di Stato e alcuni prodotti finanziari: i titoli di Stato e alcuni prodotti finanziari sono esclusi dal calcolo dell’ISEE fino a un massimo di 50.000 euro, garantendo un trattamento equo per le famiglie che hanno investito in tali strumenti.
  • Cambiamenti per titolari di partita IVA: i titolari di partita IVA che aderiscono al concordato preventivo non saranno soggetti a un effetto moltiplicatore dei benefici spettanti, garantendo un approccio più preciso al calcolo dell’ISEE 2024.
  • Assoggettamento dei redditi da lavoro dipendente e autonomo: i redditi da lavoro dipendente e autonomo saranno inclusi nel calcolo dell’ISEE, insieme all’aggiornamento dei valori ISTAT.

Diversi tipi di ISEE

Esistono diverse tipologie di ISEE, tra cui l’ISEE ordinario, ISEE università, ISEE socio sanitario, ISEE socio sanitario residenze e ISEE per minorenni con genitori non coniugati e non conviventi. Inoltre, è stato introdotto l’ISEE corrente, che si basa su redditi e trattamenti degli ultimi 12 mesi, utile in caso di variazioni rilevanti del reddito.

ISEE 2024: a che anno si riferisce

L’ISEE 2024 si basa sulla situazione reddituale del 2022, utilizzando la dichiarazione dei redditi del 2023. Per il patrimonio, si fa riferimento alla situazione al 31 dicembre dell’anno precedente (2023). È possibile richiedere l’ISEE corrente, basato su una situazione reddituale più recente.

Come si ottiene l’ISEE 2024

Per ottenere l’ISEE, è necessario compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU). La DSU può essere presentata in qualsiasi periodo dell’anno ed è valida dalla data di presentazione fino al 31 dicembre successivo. È possibile compilare la DSU autonomamente o tramite patronati, utilizzando SPID o altre forme di identificazione digitale.

Come si calcola l’ISEE

L’ISEE si calcola basandosi su redditi e patrimonio, rapportati al numero di componenti del nucleo familiare. L’INPS effettua i conteggi sulla base delle DSU presentate dagli interessati, utilizzando l’algoritmo definito dalla Legge 26 maggio 2016 n. 89.

La scala di equivalenza

La scala di equivalenza stabilisce i parametri necessari per i calcoli, legati al numero di componenti del nucleo familiare. Essa prevede maggiorazioni per specifiche situazioni familiari, come la presenza di figli o di componenti con particolari esigenze.

Simulatore calcolo ISEE

È possibile utilizzare il simulatore di calcolo dell’ISEE disponibile sul sito dell’INPS per ottenere un dato indicativo, ma non legalmente vincolante.

Documenti necessari per l’ISEE

Per compilare la DSU per l’ISEE 2024 sono necessari documenti come il codice fiscale e documenti di identità di tutti i componenti, contratto d’affitto (se in affitto), e documenti che attestano i redditi percepiti nel secondo anno precedente (Modello 730 o Unico e Modelli CUD del 2023).

Contenuto dell’attestazione ISEE

L’attestazione ISEE contiene informazioni dettagliate sul nucleo familiare, il valore dell’ISEE ordinario, le tipologie di prestazioni per cui è utilizzabile, le modalità di calcolo, il periodo di validità e altro.

Cosa fare in caso di difformità o omissioni

In caso di difformità o omissioni nell’attestazione ISEE, è possibile presentare domanda per la prestazione sociale con la stessa attestazione, presentare una nuova DSU con le informazioni corrette o richiedere la rettifica al CAF in caso di errori materiali.

Scadenza ISEE

Le attestazioni ISEE rilasciate dal 1° gennaio di ogni anno sono valide fino al 31 dicembre dell’anno corrente. Pertanto, i modelli ISEE elaborati nel 2024 scadono il 31 dicembre 2024.

Quando Si Può Fare l’ISEE 2024

L’ISEE 2024 può essere richiesto a partire dal 1° gennaio e la domanda può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno, quando serve per accedere a determinate prestazioni. Tuttavia, è consigliabile farlo con anticipo per evitare eventuali problemi.

Leggi anche:

Reddito energetico 2024 con ISEE basso: guida completa

Agevolazioni economiche 2023: Bonus per ISEE sotto i 15.000 euro