😍 CORSO GRATUITO GENITORI NON SI NASCE: SCOPRI DI PIÙ

Approvato il Decreto Milleproroghe: quali sono le novità

Approvato il Decreto Milleproroghe: quali sono le novità

Approvato il 29 Dicembre 2022 ed entrato in vigore il 30 Dicembre il decreto legge n.198Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi“.

Cos’è il Decreto Milleproroghe

Il Milleproroghe è un decreto legge del Consiglio dei ministri volto a risolvere disposizioni urgenti entro la fine dell’anno in corso. Ad esempio posticipando l’entrata in vigore di disposizioni normative o prorogando l’efficacia di leggi in scadenza.

Il provvedimento contiene una serie di proroghe dei termini legislativi riguardanti tutti i cittadini in tema di:

  • pubblica amministrazione
  • interno
  • economia e finanze
  • imprese
  • salute
  • istruzione, università e cultura
  • giustizia
  • lavoro e politiche sociali
  • infrastrutture e trasporti
  • esteri e cooperazione internazionale
  • difesa
  • agricoltura
  • sport.

Le misure più importanti in sintesi

  • Pubblica Amministrazione

la Pubblica Amministrazione vede prorogate diverse autorizzazioni

  • Interno

Autorizzato l’impiego del fondo di solidarietà per il 2023: 10 milioni di euro sono le risorse stanziate dalla legge di bilancio 2022 finalizzate all’erogazione di un contributo nei confronti dei proprietari di unità immobiliari a destinazione residenziale non utilizzabili a causa dell’occupazione abusiva.

  • Economia e Finanze

E’ prorogata al 30 dicembre 2023 la scadenza della dichiarazione IMU relativa all’anno d’imposta 2021, mentre è procrastinata al 1° gennaio 2024 la decorrenza del termine per l’applicazione dell’obbligo dell’invio dei dati relativi alle operazioni effettuate in ciascun giorno, all’ammontare globale dei corrispettivi delle operazioni imponibili e alle relative imposte esclusivamente attraverso strumenti tecnologici che garantiscono l’inalterabilità e la sicurezza dei dati, ivi compresi i POS.

E’ prorogata al 2023 l’esenzione dall’imposta di bollo per la certificazione dei dati anagrafici in modalità telematica.

Per gli operatori sanitari tenuti all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria si estende al 2023 l’esenzione dall’obbligo di fatturazione elettronica; gli operatori sanitari vedono prorogare anche la scadenza della chiusura del periodo di obbligo formativo ECM: il triennio 2020-22 diventa quadriennio 2020-24.

  • Imprese

Si estende al 2023 la durata dello stanziamento di 40 milioni di euro per l’erogazione dei contributi per l’installazione delle “colonnine” per la ricarica dei veicoli elettrici; si proroga per tutto il 2023 la durata dell’amministrazione straordinaria di Alitalia – Società Aerea Italiana. Prorogate per il 2023 le misure speciali di sostegno in deroga (cofinanziamento a fondo perduto) in favore delle imprese che esportano o hanno filiali o partecipate in Ucraina, nella Federazione russa o in Bielorussia e la possibilità di accedere a cofinanziamenti a fondo perduto.

  • Salute

prorogata fino al 31 dicembre 2023 l’efficacia delle disposizioni in materia di utilizzo della ricetta elettronica.

  • Istruzione, Università e Cultura

Si proroga all’anno accademico 2023-2024 la validità delle graduatorie nazionali utili per il conferimento di incarichi di docenza a tempo indeterminato e determinato nel comparto AFAM e si rinvia all’anno accademico 2023/2024 l’entrata in vigore del regolamento per il reclutamento del personale docente e amministrativo del comparto.

Si proroga al 31 dicembre 2023 la durata delle funzioni del commissario straordinario di Governo per il risanamento delle fondazioni lirico-sinfoniche Inoltre, si proroga sempre al 31 dicembre 2023 la possibilità, per ciascuna fondazione lirico-sinfonica, di procedere ad assunzioni a tempo indeterminato di personale artistico, tecnico e amministrativo, in misura non superiore al 50% dei posti disponibili, mediante procedure selettive riservate al personale in possesso di specifici requisiti.

  • Infrastrutture e trasporti

Si rinvia al 1° gennaio 2024 il divieto di circolazione per i veicoli a motore delle categorie M2 e M3 dei servizi di trasporto pubblico locale, alimentati a benzina o gasolio con caratteristiche antinquinamento Euro 2.

Leggi QUI il testo integrale del Decreto Milleproroghe